DIETRO L’ANGOLO

DIETRO L’ANGOLO

 

La’ dove dietro l’angolo

Trovasi la fine del tempo

Si aprono i baratri dell’inferno

 

Da polle ribollenti

Si innalzano

Caldissimi vapori mefitici

Che intrappolano

Ricordi arrugginiti

 

Mentre nel paesaggio surreale

Di alberi scheletrici

Le illusioni pendono

Dai rami rinsecchiti

Come stracci sfilacciati

Ondeggianti alla sulfurea brezza

 

Le speranze,

Simili ad amebe,

Tremolanti come gelatina,

Si muovono frenetiche

E ciglianti

Alla continua ricerca

Di un  sicuro appiglio

 

DIETRO L’ANGOLOultima modifica: 2009-02-28T15:47:00+01:00da piramidex1
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento