IGNOTO

IGNOTO

 

La mia vita scorre

Su un vagone ferroviario

Ma non sono il manovratore

 

Dei miei compagni di viaggio

Molti sono saliti

E parecchi sono scesi

 

Osservo attraverso i finestrini

La vita altrui scorrere veloce

Mentre i miei pensieri

Martellano insistentemente

La mente statica

Inframmezzata da flash

Spezzanti le mie attese

 

Fermate,soste forzate,partenze

E spintoni repentini di accelerazioni

Ti proiettano verso l’ignoto

IGNOTOultima modifica: 2009-02-28T16:27:00+01:00da piramidex1
Reposta per primo quest’articolo

2 pensieri su “IGNOTO

Lascia un commento